Comunicato Stampa 04 07 2015

By on

VACANZE, UN OCCASIONE PER GUSTARE INSETTI COMMESTIBILI | una guida on-line

Iniziano le vacanze che per molti sono sinonimo di viaggi per scoprire e conoscere luoghi lontani, culture diverse e anche per provare nuove emozioni culinarie. Tra i piatti più cool di questa estate calda sicuramente gli insetti commestibili. “In attesa che si possa fare la prima degustazione ufficiale in Expo 2015” ha dichiarato Andrea Mascaretti, presidente del comitato scientifico del Salone Internazionale della Sicurezza Alimentare (www.salonecibosicuro.it) “gli italiani potranno gustare numerosi piatti a base di insetti commestibili durante i loro viaggi all’estero. Potranno farlo soprattutto in Asia, in Africa e nel Centro-Sud America ma ora anche in Europa dentro e fuori dall’Unione Europea” ha proseguito Mascaretti a margine della riunione tenutasi questa mattina per dare avvio ad un nuovo progetto: “a partire da mercoledì 8 luglio sul sito www.edibleinsects.it cominceremo a pubblicare delle schede informative per chi viaggia e vuole provare ad assaggiare insetti commestibili. Una sorta di consigli ai viaggiatori in cerca di nuove esperienze entomofaghe. Stiamo parlando di piatti particolari che appartengono alle tradizioni alimentari di molti popoli. La FAO ci ricorda che circa 2 miliardi di persone attualmente hanno gli insetti commestibili nella loro dieta alimentare e che possiamo contare su almeno 1900 diverse specie di insetti già in uso per l’alimentazione umana” precisa Andrea Mascaretti che è anche il curatore dell’esposizione di prodotti a base di insetti commestibili, unica autorizzata presente in Expo,  realizzata dalla Società Umanitaria con Coop Italia.

Abbiamo deciso di avviare un progetto che sostenga l’utilizzo degli insetti commestibili come proteine per l’alimentazione umana e per quelle degli animali allevati a scopi alimentari perché gli insetti sono una fonte alimentare a bassa impronta ambientale -. A parità di peso di proteine prodotte, consumano meno energia, meno acqua potabile, meno vegetali, meno terreno di altri animali normalmente utilizzati per l’alimentazione umana o per produrre mangimi”. Ora anche in alcuni Paesi europei è possibile acquistare prodotti a base di insetti commestibili: dagli hamburger, alla pasta, agli integratori proteici. Dove? In Belgio, Olanda e a breve anche in Svizzera. “sul sito www.edibleinsects.it verranno caricate, a partire dal prossimo 8 luglio, le informazioni sugli insetti commestibili, dove trovarli, come gustarli e quali sono le loro proprietà nutrizionali. Coloro che li hanno già gustati potranno raccontarlo sul sito e condividere informazioni ed esperienze: di cosa sanno, com’è meglio cucinarli e quanto costano e a quali vini abbinarli”.