Il Progetto, perchè

EDIBLE INSECTS: IL CIBO DEL FUTURO

I Capi di Stato e di Governo di 189 Paesi, riuniti nel 2000 al vertice di New York dell’ONU, sottoscrivendo la “United Nations Millennium Declaration”, hanno affermato la loro responsabilità verso l’intero Pianeta, ponendosi l’ambizioso obiettivo, entro il 2015, di ridurre in modo consistente la percentuale della popolazione mondiale che soffre la fame. La sfida per la comunità scientifica internazionale è rendere possibile l’aumento della produttività alimentare per mezzo di sistemi alimentari sostenibili, per garantire un’alimentazione sana, sicura e sufficiente per ogni essere umano.

La FAO, sulla base di studi di prestigiosi enti di ricerca, suggerisce che gli insetti commestibili potrebbero avere un ruolo importante sia nell’alimentazione umana che in quella animale e rappresentare una risposta concreta alla sfida del millennio.

Gli insetti rappresentano una fonte di proteine e amminoacidi più efficiente rispetto agli altri animali tradizionalmente allevati per l’alimentazione umana: a parità di proteine prodotte consumano quantità infinitamente più piccole di mangimi, di acqua potabile, di energia, producono meno gas serra e possono essere utilizzati per decomporre i rifiuti, senza entrare in competizione alimentare con gli stessi esseri umani. Nutrirsi con gli insetti, inoltre, non costituisce una novità per l’uomo. La FAO conferma che attualmente gli insetti integrano la dieta di circa due miliardi di persone (poco meno di un terzo dell’intera popolazione mondiale) ed hanno sempre fatto parte dell’alimentazione umana.

Sono però necessarie ulteriori ricerche per ottimizzare i sistemi di allevamento e verificare gli eventuali rischi per la salute e il benessere degli esseri umani e degli animali.

La legislazione sull’utilizzo di insetti, nella maggior parte dei paesi industrializzati, non è adeguata e rappresenta quindi un ostacolo al loro allevamento. Occorre, dunque che vengano, almeno a livello europeo, approvate norme per la produzione e la trasformazione di prodotti alimentari a base di insetti per consentire di sviluppare allevamenti su larga scala e il loro impiego nell’industria alimentare e dei mangimi.

Sono altresì necessarie ulteriori ricerche di valutazione socio-economiche e di valutazione della percezione per fornire una corretta ed efficace informazione ai diversi soggetti coinvolti e affinchè l’aspetto innovativo sia accettato e condiviso in modo diffuso.

Il progetto “Nutrire il Pianeta con nuove fonti sostenibili: edible insects” sviluppato dalla Società Umanitaria |  Salone Internazionale della Ricerca, Innovazione e Sicurezza Alimentare, parte dal concetto che il consumo e l’allevamento d’insetti commestibili rappresenta una delle vie da percorrere necessariamente per aumentare la produzione mondiale di cibo in modo sostenibile e riunisce il primo network italiano di entomologi, dietologi, nutrizionisti ed esperti in diverse discipline (comunicazione, cooperazione,…).
Tra gli obiettivi del progetto la presentazione di un documento-manifesto sull’entomofagia quale risposta per la sostenibilità alimentare del futuro e l’avvio di un progetto di cooperazione allo sviluppo su larga scala basato su microallevamenti di insetti commestibili.
Facebook