Francia mira a diventare un fornitore leader mondiale di nuove proteine entro il 2030 e stanzia un miliardo per innovazione e ricerca. Gli insetti commestibili saranno protagonisti dal 2018

By on 5 dicembre 2016

La Francia ha stanziato un miliardo di euro per sviluppare e produrre le proteine del futuro e punta alla leadership globale per la loro produzione entro il 2030, stando all’accordo recentemente sottoscritto dal Governo francese durante il Salone Internazionale dell’Alimentazione di Parigi.
Il ministro dell’agricoltura Stéphane Le Foll e il segretario di stato per industria Christophe Sirugue hanno sottoscritto il documento per sviluppare soluzioni per il “proteine intelligenti” tra le quali ci saranno gli insetti commestibili.
Il Governo ha comunicato che investirà fino ad un miliardo di euro nel piano per i prossimi cinque anni, e ci sarà anche una particolare attenzione nella ricerca e sviluppo delle proteine del futuro, come microalghe e insetti commestibili, aiutando start-up innovative.
Il Governo francese si è posto l’obiettivo di creare 1.500 nuovi posti di lavoro nei prossimi dieci anni sviluppando la produzione di proteine per l’alimentazione umana attraverso la piattaforma Nouvelle France Industrielle. La domanda mondiale di proteine sia di origine vegetale e animale aumenterà del 40% entro il 2030, ma dobbiamo considerare che attualmente, secondo i dati forniti dalla FAO, un miliardo di persone in tutto il mondo sono denutrite e soffrono di carenza di proteine. Dal 2018, con il nuovo regolamento per i novel food, si potranno allevare in Europa insetti commestibili di quali ricavare farine proteiche destinate all’alimentazione umana e mangimi per l’alimentazione animale.

Facebook